Il Papa contro l'aborto: "E' come affittare un sicario"

Papa Francesco caduto mentre tornava da Santa Marta sta bene

Incidente per papa Francesco, il pontefice è caduto

Ho sentito dire che è di moda - o almeno è abituale - nei primi mesi di gravidanza fare certi esami, per vedere se il bambino non sta bene, o viene con qualche problema... Un approccio contraddittorio - ha proseguito - consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti.

"Fare fuori un essere umano è come affittare un sicario per risolvere un problema", ha continuato il Papa.

"Tutto il male nel mondo si riassume in questo: il disprezzo per la vita", sottolinea il papa. "La violenza e il rifiuto della vita nascono in fondo dalla paura". L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo.

Un popolo, quello polacco, che nelle vicende dolorose della sua storia "non ha mai perso la fiducia in Dio" e la fedeltà alle proprie radici cristiane. La vita è aggredita dalle guerre, dalle organizzazioni che sfruttano l'uomo, leggiamo sui giornali o vediamo sui telegiornali tante cose, dalle speculazioni sul creato e dalla cultura dello scarto, e da tutti i sistemi che sottomettono l'esistenza umana a calcoli di opportunità, mentre un numero scandaloso di persone vive in uno stato indegno dell'uomo.

Ammonisce il Papa: "Un bimbo malato è come ogni bisognoso della terra, come un anziano che necessita di assistenza, come tanti poveri che stentano a tirare avanti: colui, colei che si presenta come un problema, in realtà è un dono di Dio che può tirarmi fuori dall'egocentrismo e farmi crescere nell'amore". Per capire meglio tale passaggio, Bergoglio indica come esempio la scoperta di una figlio disabile, di una grave malattia nel nascituro: "I genitori sono spaventati e avrebbero bisogno di vicinanza, invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza".

Viale - che è anche il pioniere della somministrazione ordinaria della pillola abortiva RU486 - spiega: "Gli insulti del Papa lasciano l'acqua che trovano". In questa direzione sicuramente procede il lavoro per l'ormai giunto sinodo dei giovani, proprio le nuove generazioni sono detentrici del futuro dell'umanità e di conseguenza del ruolo della Chiesa al suo interno. "Questo è disprezzare la vita, è uccidere".

Altre Notizie