Marquez gongola: "All'ultima curva con le Ducati avevo sempre perso"

ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

Le curve sono in tutto 12: di queste, cinque sono verso sinistra e sette verso destra, numero piuttosto basso ma che d'altronde è normale su un tracciato breve. Se Vinales è tornato sul podio e Rossi è tornato quarto dopo essere stato in testa per qualche giro, non vuol dire invece che la crisi della Yamaha sia alle spalle. "Abbiamo bisogno di un aiuto dal Giappone perchè siamo in ritardo, è da tanto che non vinciamo, quest'anno non abbiamo mai vinto e ci sono tante aree dove la moto spesso dà problemi". Negli ultimi tempi - senza spocchia, anzi con l'umiltà e l'entusiasmo di chi ama il proprio sport e sa apprezzare tutti gli avversari - MM ha studiato a lungo anche Andrea Dovizioso, il suo unico avversario dal 2017 a oggi. Questa stagione sembra ormai essere nelle mani di Marc Marquez, che vorrà ribadire la propria superiorità anche in questa gara che introduce una nuova Nazione nel panorama del Motomondiale, per rendere praticamente definitivo un primato che comunque è già adesso praticamente impossibile da attaccare per gli inseguitori.

Tra alti e bassi Valentino Rossi ha una grande occasione di blindare il terzo posto in classifica, approfittando della sfortunata situazione di Jorge Lorenzo, costretto ancora una volta a saltare la gara per l'infortunio rimediato nelle FP2 dopo l'incidente di Aragon alla partenza. Ci si aspettava di più. Voto negativo anche per quello che fa in qualifica: va bene sfruttare un gancio di tanto in tanto, ma lui lo fa regolarmente e in modo molto evidente.

E' sempre il miglior pilota al traguardo con quella moto lì, con la quale si fa fatica ad emergere. "È più facile così fare un buon tempo".

Le qualifiche della MotoGp non hanno regalato particolari sorprese e la griglia di partenza era ampiamente pronosticabile, visto anche quel che i piloti hanno dimostrato durante le sessioni di prove libere.

Quando hai Marquez come pilota, fai fatica a capire il vero valore della moto, ma la prestazione di Pedrosa prima della caduta, conferma che qui era competitiva.

Altre Notizie