Mondiali volley, Italia-Thailandia 3-0, settima vittoria consecutiva per le azzurre

Mondiali Volley l'Italia sa solo vincere ko anche l'Azerbaigian

Volley, Mondiale, l?Italia non si ferma più: sesta vittoria

Nella terza frazione la squadra asiatica ha tentato di rimanere in partita (13-10), ma l'Italia, De Gennaro super in difesa, non ha impiegato molto a guadagnare un buon margine e poi ha tirato dritto sino in fondo (25-15). Tali elementi però non deconcentreranno le nostre ragazze: l'Italia sa bene che la strada verso la finale mondiale è più che mai lunga e oggi i punti sono più preziosi che mai. Ma prima l'azzurro. Contro l'Azerbaigian le donne di Mazzanti inanellano la 6a vittoria di questo Mondiale con un solo set perso fino a questo momento (contro la Cina) e prmo posto confermato nel girone per il momento.

Il team di Davide Mazzanti ha battuto la Thailandia in soli 68 minuti di gioco per 3-0 (25-15, 25-12, 25-15), confermandosi al primo posto nel girone F e mettendo soprattutto una serie ipoteca per la Final six.

Nel finale le azzurre si rilassano, permettendo alla Thailandia di recuperare qualche punticino, ma ciò non rende meno oceanico il divario (+10 finale). Dopo tutto le due nazionali condividono un buon elenco di testa a testa recenti: dal 2009 a oggi si contano infatti ben 8 precedenti tra Italia e Azerbaigian per un totale di solo due successi azeri e ben 6 affermazioni azzurre.

La nazionale italiana femminile di volley prosegue la sua marcia trionfale nel Mondiale in Giappone, conquistando la settima vittoria su altrettante partite disputate. "Vedo il gruppo molto bene, ma il Mondiale è una competizione lunghissima e stressante, per questo domani nel giorno di riposo faremo il punto della situazione e poi mercoledì daremo il massimo contro la Russa, in una partita fondamentale per la qualificazione ".

MONICA DE GENNARO. "Anche stasera siamo entrate in campo con la giusta concentrazione ed è stato importante per mettere in difficoltà la Thailandia". Gli arbitri del match sono stati: Cacator Iativa. Sarà un'altra gara difficile, conto un'avversaria dalle caratteristiche diverse: "bisognerà prestare attenzione alle loro attaccanti che sono forti su palla alta ". N.E. Ortolani, Nwakalor, Fahr, Lubian.

THAILANDIA: Sittirak 13, Nuekjang 2, Kanthong 2, Apinyapong 7, Thinkaow 5, Guedpard 2.

Azerbaigian: 3 a, 4 bs, 3 m, 18 et.

Altre Notizie