Nobel per la medicina a ricerche su immunoterapia anti-cancro

Premio Nobel per la medicina 2018 a Honjo e Allison

James P. Allison e Tasuku Honjo hanno vinto il Nobel per la Medicina

Il riconoscimento ammonta a 9 milioni di corone svedesi, ovvero oltre 871 mila euro. I diversi approcci si sono rivelati molto produttivi, poichè hanno messo a punto delle terapie innovative nella lotta contro iI cancro.

Il premio Nobel per la medicina 2018 è stato assegnato all'americano James Allison e al giapponese Tasuku Honjo per la loro "scoperta di una terapia per il cancro".

Le ricerche di Allison e Honjo hanno così permesso di affiancare alle terapie contro il cancro già disponibili - chirugia, radioterapia, chemioterapia e terapia ormonale - anche l'immunoterapia. Uno studio che in un primo momento non ha attirato l'attenzione delle case farmaceutiche, fino ai primi promettenti risultati ottenuti anche da altri gruppi di ricerca e il primo studio clinico nel 2010, che ha mostrato buoni risultati nel trattamento dei pazienti affetti da melanoma a stadio avanzato. Una strategia che può essere efficacemente utilizzata per trattare la malattia.

Negli ultimi due articoli, Mahesh Yadav e colleghi e Matthew M. Gubin e colleghi si sono concentrati sulle caratteristiche degli antigeni che permettono l'innesco dell'inibizione della risposta immunitaria e degli antigeni tumorali che potrebbero comunque scatenarla perché fortemente immunogenici.

Allison ha studiato una proteina che funziona come freno al sistema immunitario, ha capito il potenziale per liberare le cellule che attaccano i tumori.

Negli anni novanta, Allison dimostrò che una specifica proteina presente solo sulle cellule T inattive, chiamata CTLA-4, è responsabile della loro ridotta attivazione, e successivamente riuscì a sviluppare un anticorpo anti-CTLA-4 che, iniettato in topi con un cancro, portava alla remissione del tumore.

La strategia dei due Nobel per la Medicina 2018 è stata definita dei "checkpoint immunitari". I due sono riusciti a trovare un modo per utilizzare il sistema immunitario per attaccare le cellule cancerogene.

James P. Allison è nato il 7 agosto 1948 negli Stati Uniti. Diventa poi membro del System Cancer Center di Smithville in Texas, fino al 1984.

Tra i vari nomi, spuntava quello di Minoru Kanehisa, dell'Institute for Chemical Research alla Kyoto University "per i suoi contributi alla bioinformatica, e in particolare per lo sviluppo della Kyoto Encyclopedia of Genes and Genomes", una sorta di atlante per genetisti potenzialmente utile "per la comprensione delle funzioni dei sistemi biologici, a partire da informazioni su scala molecolare generate a partire dal sequenziamento del genoma".

Tasuku Honjo, arriva negli Stati Uniti nel 1971. Dottorato all'università di Kyoto (1975), e Honjo dal 1974 al 1979 diventa membro di Facoltà nell'ateneo di Tokyo.

Altre Notizie