Papa Francesco: "Abortire? Come affittare un sicario"

Papa Francesco caduto mentre tornava da Santa Marta sta bene

Incidente per papa Francesco, il pontefice è caduto

"Come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare?", ha chiesto ai 25mila fedeli arrivati da tutto il mondo. "Non è giusto fare fuori un essere umano per risolvere un problema, è come affittare un sicario per risolverlo". E' giusto o no? "E' come affittare un sicario per risolvere un problema". Lo ha detto il Papa nel corso della catechesi dell'udienza generale dedicata oggi al quinto comandamento, "non uccidere". L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo. "Pensiamo, ad esempio, a quando si scopre che una vita nascente è portatrice di disabilità, anche grave", ha detto ancora il Papa. I genitori, in questi casi drammatici, hanno bisogno di vera vicinanza, di vera solidarietà, per affrontare la realtà superando le comprensibili paure. Invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza, cioè è un modo di dire: "interrompere la gravidanza" significa "fare fuori uno", direttamente. "Sono gli idoli di questo mondo: il denaro, il potere, il successo". In questa direzione sicuramente procede il lavoro per l'ormai giunto sinodo dei giovani, proprio le nuove generazioni sono detentrici del futuro dell'umanità e di conseguenza del ruolo della Chiesa al suo interno. Valutare i comportamenti umani solo come atti produce moralismi senza presa sulla vita; considerarli come gesti, al contrario, fa emergere la posizione in cui si deve trovare esistenzialmente la persona per compierli. L'amore con cui Dio ama la vita, questa è la misura.

Ogni vita vale il sangue di Cristo. Non si può disprezzare ciò che Dio ha tanto amato! "Questo è disprezzare la vita, è uccidere". Anche quello di un bimbo magari non cercato, ma offerto all'Io come possibilità. E' quindi la stessa "vita vulnerabile" ad indicare la via d'uscita per "salvarci da un'esistenza ripiegata su se stessa e scoprire la gioia dell'amore". E in questo senso, Francesco ringrazia più volte i tanti volontari, il volontariato italiano che - dice - "è il più forte che io abbia conosciuto". "Sono un medico, non un sicario". Così Silvio Viale, esponente radicale e responsabile del servizio di Day Hospital dell'Ospedale Sant'Anna di Torino, oltre 3.000 aborti, la metà con la RU486, replica su Facebook alle dichiarazioni di Papa Francesco sull'aborto.

Altre Notizie