Pesci nel Mar Morto: è un presagio della fine del mondo

Pesci nel Mar Morto come nella Bibbia.

L'immagine scattata da Noam Bedein per il Dead Sea Revival Project mostrerebbe pesci nel Mar Morto

Il fotoreporter Noam Bedin, autore degli scatti, ha parlato ampiamente del problema, invitando chi di competenza a correre ai ripari.

Secondo la sua profezia, l'acqua scorrerà a est da Gerusalemme nel Mar Morto, riempiendolo di pesci e del deserto. Secondo lo scienziato Ben Zaken per salvare il Mar Morto dobbiamo riempire il Mare di Galilea, la fonte d'acqua che è già in uno stato di disastro ecologico.

Negli ultimi due anni, Noam Bedein ha documentato i cambiamenti e i fenomeni geologici del Mar Morto.

Nel Mar Morto, luogo notoriamente ostile alla vita, sarebbero stati avvistati pesci. L'uomo, come riporta Repubblica lavora al progetto Dead Sea Revival Project. Continuando la nostra ricerca per immagini scopriamo in un sito di lingua polacca che rilancia la presunta scoperta, che esistono altri osservatori, i quali avrebbero visto questi pesci nel Mar Morto fin dal 2016, in particolare si cita una immigrata polacca in Israele, Samantha Siegel. Inoltre, il fotoreporter ha aggiunto che il Mar Morto è 'Tutt'altro che morto' e che potrebbe essere definita l'ottava meraviglia del mondo.

Un fotografo israeliano, Noam Bedein, avrebbe infatti scoperto la presenza di pesci nel Mar Morto, lago che bagna Giordania e Cisgiordania e che ha una salinità del 37 per cento. Il Messaggero riporta le parole del ragazzo che ha affermato che 'In un luogo che era stato maledetto ai tempi della Bibbia, ora si possono esplorare le doline e, dove l'acqua si è ritirata, vedere i pesci così come detto nella profezia di Ezechiele'.

Secondo gli scienziati, il problema non è quello che evapora, ma quello che non entra.

Nell'Antico Testamento, il profeta Ezechiele è il protagonista centrale del "libro di Ezechiele" con le profezie su ciò che considera l'avvicinarsi dei tempi finali.

Purtroppo il fatto che la vita stia sbocciando di nuovo in questo bacino, a dispetto delle apparenze, non è per nulla positivo.

L'esistenza del pesce nell'area del Mar Morto, una realtà che sembra contraddire le leggi della natura, è stata spiegata dalla scienza e dalla profezia biblica allo stesso modo. I suoi tour in barca nella parte settentrionale hanno lo scopo di educare gli ospiti sui cambiamenti che il mare sta attraversando a causa della deviazione dell'acqua dal fiume Giordano e dal Mare di Galilea per scopi agricoli e sull'evaporazione causata dalle opere minerali del Mar Morto. In Genesi 13:10, la Bibbia narra di una valle dove ora si trova il Mar Morto e di come fosse una regione incredibilmente fertile. Ed è proprio su questo punto che pone l'accendo Bedin che propone altre opzioni di approvvigionamento idrico che non contemplino l'uso del Giordano.

Altre Notizie