Renzi, no a governo con M5s

Leopolda al via Renzi punta sui civici. E apre alle forze liberali

Leopolda, Renzi gli dà del tifoso della Lazio e Padoan risponde: "L'ultima volta ho minacciato di dimettermi"

Matteo Renzi chiude la Leopolda e lancia un nuovo affondo contro il governo: "State prendendo in giro gli italiani".

"Alla Leopolda siamo il doppio dell'anno scorso, quando eravamo al governo. L'opposizione fa bene alla Leopolda, ma male al Paese purtroppo". "L'odio fa male, ma non si risponde con l'odio, che si ritorcerà su di loro: i giacobini finiranno sul patibolo come sempre".

Renzi dice che "c'era un disegno sostenuto da molte personalità", di "trasformarci in piccoli alleati saggi dei 5 stelle". "Facciano vedere le schede della sua elezione - ha detto - perché abbiamo ragione di credere che siano segnate".

Quindi un attacco sul condono ("Come dire che chi ha pagato le tasse è uno scemo") e sulla nomina di Marcello Foa alla presidenza della Rai ("Un bugiardo, una fake news che cammina").

Infine, una sorta di chiamata alle armi a chiudere il suo intervento. Perché se è vero che nessuno mette in dubbio la permanenza di Matteo Renzi nel Partito Democratico, è anche il rifiuto di parlare di Congresso a poche settimane dalla sua celebrazione che sembra tradire la volontà dell'ex segretario di "superare" il Pd.

Altre Notizie