Volley, Mondiali femminili: Italia scatenata, 3-0 anche alla Thailandia

Volley Campionato del mondo in Giappone. Azzurre fantastiche battono anche le russe. 8 vittorie consecutive e ora la Final six

Volley, Mondiale, l?Italia non si ferma più: sesta vittoria

Partita senza storia, dominata in lungo e in largo dalle azzurre. Conquistata la terza fase, in programma dal 14 al 16 ottobre a Nagoya, l'obiettivo ravvicinato è allungare la striscia per chiudere al primo posto la Pool F: avversarie di domani, le americane.

Davide Mazzanti (Allenatore Italia)- "Le ragazze sono state bravissime, abbiamo trovato la giusta chiave tattica per contenere la Thailandia che è una squadra sempre pericolosissima". La gara di oggi ci servirà tantissimo per il nostro cammino nel Mondiale, cambiare l'inerzia è stato veramente complicato. Il dato curioso è che solo in questa estate le due formazioni si sono trovate faccia faccia in ben tre occasioni, tutte in match amichevoli: l'ultima risale poi al 26 settembre scuso, dove la squadra del ct Mazzanti ha vinto con un netto 3-0. Poi le Azere non fanno più paura, le Azzurre restano davanti e si avviano agevolmente a vincere il set (25-19). E non bastava crescere nel muro-difesa per riagguantare la squadra di Pankov. Poco da raccontare sul secondo set, se non il monologo italiano scandito dalla solita, monumentale Egonu affiancata da Elena Pietrini. Come da pronostico quindi le azere non si sono rivelate un avversario molto ostico ma di certo va dato merito alle azzurre per aver affrontato il match con la consueta serietà e concentrazione. Le russe andavano in confusione e il finale del set era a senso unico grazie a un micidiale parziale dell'Italia (13-3) di parziale.

Il terzo set si apre con un turno in battuta di Danesi davvero micidiale: 10-0 il parziale. E hanno chiuso i giochi nella quarta frazione, assai più combattuta. Nel finale di partita ha esordito nel Mondiale la schiacciatrice Pietrini.

Italia non molto concentrata e potente contro la Russia. Per Carlotta Cambi "è stata una partita difficile perché all'inizio non ci siamo espresse come sappiamo fare".

E al termine della partita è tanta soddisfazione per l'obiettivo raggiunto: "Siamo contente, finalmente è arrivata questa qualificazione. Ogni match da loro mi aspetto qualcosa di speciale e anche oggi hanno dimostrato che nelle difficoltà sanno sempre inventarsi qualcosa di nuovo". Perseguire tale obbiettivo non sarà facile ma le azzurre hanno finora saputo dimostrare grandi cose, pure contro avversarie davvero valorose in questo avvio di Campionati Mondiali. E le azzurre non hanno alcuna intenzione di fermarsi: sognare si può.

Altre Notizie