Gemelle cinesi col dna modificato: cosa sappiamo

Sono due gemelle i primi esseri umani geneticamente modificati

Ricercatore cinese annuncia la nascita dei primi neonati con dna modificato

Il ricercatore ha spiegato di aver alterato gli embrioni di sette coppie durante i trattamenti di fertilità: una sola gravidanza è giunta al termine.

Il suo obiettivo non era quello di curare o prevenire una malattia ereditaria, ma di provare a conferire un tratto che poche persone hanno naturalmente: la capacità di resistere alle possibili infezioni da Hiv, il virus dell'Aids. Ma i documenti della sperimentazione clinica mostrano che sono stati effettuati test genetici sui feti per 24 settimane o 6 mesi.

Sulle affermazioni del ricercatore di Shenzhen hanno aperto inchieste anche la Commissione Nazionale per la Sanità cinese e il ministero della Scienza e della Tecnologia cinese: il vice ministro, Xu Nanping, si è detto "scioccato" ieri dalle affermazioni del professore associato, ribadendo che esperimenti di questo tipo sono vietati in Cina dal 2003. Se "confermato", l'esperimento in cui in Cina il Dna degli embrioni di sette coppie è stato modificato per renderlo resistente al virus Hiv responsabile dell'Aids, "è il primo caso di miglioramento genetico dell'uomo per avvantaggiare degli individui e creare discriminazioni nella società".

Sono due gemelle i primi esseri umani geneticamente modificati

Un annuncio che arriva subito prima del summit internazionale sulla modifica del genoma umano, che avrà luogo oggi ad Hong Kong.

Tra tutte queste incertezze, è unanime il commento degli esperti che definiscono l'esperimento "indifendibile dal punto di vista etico" e "prematuro" per quanto riguarda la scienza. "Tra l'altro, le persone senza la versione normale del gene Ccr5 (che blocca l'entrata del virus, ndr) - ha aggiunto - vanno incontro a rischi più alti di contrarre altre malattie". I cambiamenti del Dna possono passare alle generazioni future e rischiano di danneggiare altri geni.

Il MIT Technology Review riporta anche che attualmente il responsabile della ricerca, He Jiankui, è sotto investigazione per verificare che l'esperimento non abbia violato leggi cinesi e inoltre non è chiaro chi abbia pagato per questo studio e dove sia stato condotto.

Altre Notizie