Messico, 32enne italiano ucciso a colpi d'arma da fuoco

Alessandro De Fabbio

Alessandro De Fabbio

È stato trovato morto da un colpo di arma da fuoco a un trentenne italiano, questo sabato mattina vicino alla strada che collega Tepechitlán a Teúl de González Ortega, Zacatecas.Alessandro De Fabbio è stato trovato sulla strada statale Rancho Nuevo-Llano Frío, a 8,3 km dall'autostrada federale 45. De Fabbio, proprio come gli altri tre, è originario della zona di Piazza Mercato.

Ad una distanza di circa 350 metri, in direzione est e in un'area spopolata, è stato rinvenuto un veicolo a motore del marchio Honda, grigio, con targhe dello Stato del Messico, noleggiate a Città del Messico.

Lo stesso mestiere di altri tre napoletani, Antonio Russo, il figlio Raffaele e il nipote Vincenzo Cimmino, scomparsi in Messico lo scorso gennaio, nello stato di Jalisca. Il cadavere presentava una ferita d'arma da fuoco all'addome, sul lato destro.

La vittima era impegnata nella commercializzazione delle motoseghe.

Sia il corpo che il veicolo sono stati trasferiti alle strutture dell'Istituto Zacatecan di Scienze Forensi per gli studi corrispondenti alla ricerca di dati e informazioni che contribuiscono al chiarimento dei fatti.

Altre Notizie