Tonali in Nazionale: "Emozionatissimo al momento della chiamata"

Il centrocampista azzurro Sandro Tonali classe 2000 e tifoso del Milan

Il centrocampista azzurro Sandro Tonali classe 2000 e tifoso del Milan

Apprezzo sicuramente i complimenti e i paragoni però non penso molto a certe cose. "Ho sempre apprezzato e mi sono ispirato a un campione come Pirlo ma non mi rivedo in lui se non nel modo di portare i capelli - sorride - Ancora non ho avuto modo di incontrarlo, l'ho visto un anno e mezzo fa quando venne a Brescia". Infine, il giovane azzurro ha confidato che questo ritiro con la Nazionale gli sarà di grande aiuto per il futuro "perché giocare con questi grandissimi professionisti di livello europeo è di insegnamento anche solo passandosi il pallone e devi prendere esempio da loro". "Mi sento italiano al 100%".

Anche se, al momento, il talento diciottenne di Lodi pensa solo a far bene con le Rondinelle: "Abbiamo dato tutti il cento per cento, il nostro allenatore è bresciano e ci ha trasmesso pure tanta sana cattiveria agonistica". Sono felice e ho molta voglia di lavorare. A 18 anni sono andato all'Hoffeneim e ho giocato le prime partite in Bundesliga. "Il mio gol? Volevo mettere la palla in mezzo, poi Ernesto - Torregrossa, ndr - mi ha detto di calciare in porta ed è andata bene, il gol è venuto così.". "Anche in Germania pensano che l'Italia sia sempre una grande squadra". "Il mio obiettivo? Vincere, in Italia o all'estero" ha concluso Tonali.

Altre Notizie