Bollette a 28 giorni: da Agcom sanzioni a Tim e Wind Tre

Bollette a 28 giorni Agcom multa Tim e Wind per un totale di 2,4 milioni

TIM, multa di 232mila euro dall'AGCOM: scarsa trasparenza con gli utenti

Le bollette su 28 giorni non vanno giù all'Agcom, che riserva una vera e propria stangata su Tim e Wind Tre, colpite da pesanti multe.

Adesso questa pratica commerciale non è più ammessa, ma, evidentemente, gli operatori fanno fatica ad adeguarsi, almeno sul piano della corretta informazione in merito ai costi che il nuovo corso impone alla clientela.

La Tim è stata multata per un milione è mezzo di euro, mentre Wind Tre ha subito una sanzione di 870mila euro.

L'Agcom, nella delibera fa un esempio puntuale: "una fattura decorrente dal 23 giugno avrebbe dovuto coprire il periodo fino al 22 luglio successivo; invece, applicando il calcolo quadrisettimanale, il periodo fatturato si sarebbe fermato al 20 luglio, con una erosione pari a 2 giorni".

L'Unione nazionale consumatori parla di "ottima notizia, anche se la multa è certo inferiore all'illecito guadagno ottenuto dalle compagnie telefoniche": ma "la trasparenza e la completezza delle informazioni sono sempre un diritto del consumatore".

Alcuni utenti che hanno sottoscritto alcune offerte per la fibra ottica di TIM hanno contestato la comunicazione dell'azienda relativamente allo sconto previsto per il primo anno di abbonamento (19,90 euro per il primo anno e 29,90 euro al mese dal secondo). Le due compagnie potranno comunque ancora impugnare le delibere davanti al Tar del Lazio. "A maggior ragione il diritto di recesso, che non può essere esercitato senza un'informazione esaustiva e chiara".

Altre Notizie