Lewis Hamilton testa una Yamaha a Jerez e cade

Lewis Hamilton

Lewis Hamilton

Tale passione l'accompagna sin dalla tenera età, passione che ha poi accantonato per le quattro ruote, e riguardo a ciò, varie volte ha raccontato un aneddoto interessante: "Quando mio padre mi ha comprato il primo kart, io a dir la verità desideravo una moto".

Il cinque volte campione del mondo di Formula 1, Lewis Hamilton, è stato vittima di un piccolo incidente, ma è rimasto illeso quando ha preso parte a una giornata in pista, in gergo trackday, in Superbike sul circuito di Jerez sabato scorso. La cosa però non lo ha fermato, perché poco più tardi è tornato nuovamente in pista, confermando ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, di non essere uno che si arrende facilmente. Ma le dritte date, non sono comunque bastate per evitare a Lewis Hamilton uno scivolone da cui fortunatamente è uscito indenne. Tale istruttore gareggia in Superbike, si chiama Alex Lowes, ed il fratello gemello Samuel, gareggia in Moto2.

PRIVATO CON SPONSOR - Moto con numero 44 e tuta rigorosamente da "privato" per Lewis - che, su strada, guida una MV Agusta di proprietà personalizzata nei minimi particolari - eccezion fatta per lo sponsor Energy Drink ben visibile sule carene, partner comune al team Pata e Mercedes, che già nel 2016 permise a Jorge Lorenzo di salire sulla W05 a Silverstone. Del resto lo stesso Hamilton non ha mai negato di avere una forte passione per le due ruote e che il suo sogno da bambino era diventare un campione di motociclismo. L'istruttore d'eccezione in quel caso fu Marc Marquez. Chissà cosa ne pensano i suoi colleghi, di questi piccoli rischi che Lewis si prende: qualcuno certo lo sconsiglierà di andare a fondo gas con la manpola troppo spesso, altri magari.

Altre Notizie