Manovra, nuovo congedo di maternità: si potrà lavorare fino al parto

Nuovo congedo per le neomamme si può lavorare fino al parto

Cambia il congedo di maternità: si potrà lavorare fino al nono mese di gravidanza

Chi vorrà (con via libera del medico) potrà rimanere al lavoro fino al nono mese, portandosi "in dote" l'intero periodo di astensione di 5 mesi a dopo il parto. È quanto prevede un emendamento della Lega dedicato alle politiche delle famiglie approvato dalla commissione Bilancio della Camera.

Si chiama maternità "agile" ed è il nuovo schema "in alternativa" a quello tradizionale che impone la sospensione dall'attività lavorativa nei due mesi prima del parto e nei 3 successivi o 1 mese prima e nei 4 successivi (maternità flessibile).

Sale a cinque giorni, nel 2019, il congedo obbligatorio per i papà. Lo stabilisce un secondo emendamento della Lega alla manovra approvato dalla Commissione Bilancio. L'importo del buono a decorrere dall'anno 2022 torna a essere fissato in mille euro.

Altre Notizie