Manovra: Tria, si cercano soluzioni - Ultima Ora

Tria-Conte al G20 la rottura ma per ora niente dimissioni

Manovra, Moscovici: “procedura contro Italia, ma negoziato continua”/ Conte-Tria, sfida deficit “non sotto 2%"

Polemiche tra il ministro dell'Economia Giovanni Tria e l'opposizione in Commissione Bilancio.

Inoltre, ha aggiunto il ministro, "Sono alla studio anche altre misure che non intaccheranno i provvedimenti che state realizzando". Il premier Giuseppe Conte, a proposito della Legge di Bilancio 2019, ha dichiarato di avere una 'maledetta fretta di realizzarle, perché fuori di qui, ogni giorno che passa, ci sono sempre più persone che le aspettano'. "Ho dato disponibilità per un'informativa, non un'audizione". Il tema è da informativa non da audizione, non sono in grado di fare un'audizione. Maria Elena Boschi ha attaccato il presidente della commissione Claudio Borghi che aveva annunciato una audizione e quindi un dibattito. "Qualsiasi accordo è subordinato al fatto che non si toccano le priorità di intervento comunicate al Parlamento". In termini di risparmio, quindi, "la prima questione è vedere se ci sono spazi politici e finanziari per un negoziato concreto attraverso interlocuzioni tra Inps e Mef e capire se una definizione maggiore di queste misure richiede meno risorse di quelle poste nel fondo". Per quanto riguarda le pensioni, si sta cercando di capire quale sarà la platea effettiva di coloro che andranno in pensione, sfruttando i contenuti della misura di anticipo pensionistico quota 100. "L'azione deve consentire di mantenere quello che voi state discutendo".

Del resto, il ministro ha ulteriormente rivendicato il dialogo con l'Europa, ma, anche qui, senza entrare nel merito: "Stiamo esaminando le opzioni possibili - ha detto - ma esse devono poi avere un avallo politico".

Come era prevedibile, in una giornata caratterizzata dalla lentezza dei lavori e dalla incertezza sul quadro complessivo della legge, le parole del ministro non sono state sufficienti a placare l'opposizione. Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, tenta di rassicurare il Parlamento, dove cresce l'agitazione in attesa dell'eventuale modifica della manovra in funzione di una possibile intesa con la Ue.

Altre Notizie