Pensioni di reversibilità, l'Ocse punta il dito: svantaggiano i single

Novità pensioni Italia al primo posto per le spese degli assegni di reversibilit

3 dicembre 2018

Secondo il rapporto, l'Italia è il Paese con la maggiore spesa per pensioni di reversibilità rispetto al Pil: nel 2017 oltre il 2,5% del PIl a fronte di una media Ocse dell'1%.

Vediamo adesso come funziona la pensione di reversibilità.

"Per limitare l'ipatto negativo sulla partecipazione al lavoro" dal meccanismo delle pensioni di reversibilità "sono previsti dei requisiti di anzianità" in vari paesi, rileva ancora l'Ocse.

In Italia la pressione fiscale scende leggermente ma restiamo comunque in sesta posizione, tra i Paesi che pagano piu' tasse al mondo. Seguono l'Italia la Grecia e la Spagna. In terzo luogo, per effetto della legge Dini del 1995 l'importo delle pensioni di reversibilità in Italia è condizionato dal reddito, per cui più alto è il reddito del coniuge superstite meno questi prende per la reversibilità e il taglio è molto rilevante.

Dall'Ocse arriva l'invito ad agganciare questa 'soglia' chiedendo di tagliare in pratica gli assegni ai superstiti più giovani dell'età pensionabile. Il reddito da pensione di un superstite in Italia al momento è l'80% rispetto al reddito precedente la morte del partner ma in assenza di pensione ai superstiti scenderebbe sotto il 20% a fronte di una media Ocse intorno al 40%, dove la Germania avvicina l'80% mentre il Regno Unito addirittura lo supera.

I paletti delle norme previdenziali italiane Attualmente, in Italia reversibilità spetta al coniuge supersite (l'importo è pari al 60% della pensione) e ai figli se non hanno superato i 18 anni (26 se studiano all'Università).

L'alta percentuale di spesa per le pensioni di reversibilità è quindi strettamente legata alla quota di donne che la percepiscono, dato il basso tasso di occupazione femminile nel paese, fermo al 49,5%. La pensione può essere erogata per intero nel caso di coniuge superstite con due o più figli. In una riforma "a bilancio neutrale" le pensioni dei single dovrebbero essere superiori a quella di uno che vive in una coppia che beneficia di una pensione ai superstiti. Secondo il segretario confederale della Cisl, Ignazio Ganga, è "sconcertante l'affermazione dell'Ocse per cui le pensioni di reversibilità potrebbero disincentivare la ricerca di un lavoro" perché "gran parte dei percettori sono cittadini e cittadine di età elevata che poco o niente hanno a che fare con le dinamiche del mercato del lavoro e semmai il problema Ocse andrebbe valutato nell'ambito dei cambiamenti della struttura della società italiana che registra un andamento (fortunatamente favorevole) rispetto all'aspettativa di vita". Sono previste inoltre riduzioni dell'assegno tra il 25% e il 50% qualora il superstite abbia un reddito tre volte superiore il trattamento minimo o nel caso di reddito superiore a cinque volte il trattamento minimo.

Altre Notizie