#romanonfalastupida: i manifesti contro la Lega a Roma

Salvini: “Reddito in primavera”

Sondaggi politici, vola il governo: bene M5S e Lega, calo PD e Forza Italia

E i pullman prenotati per portare a Roma i leghisti umbri al grido d "Prima gli italiani".

Di sicuro l'arrivo di Salvini a Firenze (la location ancora non è stata decisa) dimostra ancora una volta che il ministro dell'interno si impegnerà al massimo per tentare di strappare Palazzo Vecchio al Pd e alla Lega, dopo la conquista di molti capoluoghi di provincia in Toscana da parte del centrodestra negli ultimi anni. È lo slogan della manifestazione in programma in piazza del Popolo, ha detto ieri sera Salvini, ospite di Non è l'arena su La7. Che ha già tutto un suo corredo di meme studiati per l'occasione.

Secondo il senatore Pillon "è la prima volta che un Governo in carica vede crescere i propri consensi. La nostra volontà è invertire questo trend e restituire fiducia e speranza agli italiani, oltre alla consapevolezza che siamo un popolo fondamentale per il destino dell'Europa".

La scelta di promuovere un evento segnalando chi senz'altro non ha intenzione di partecipare, anzi identificandolo quasi come un nemico da combattere, non è senz'altro usuale, e sta suscitando numerosi commenti e perplessità.

Castellari ha sottolineato "l'importante risposta ottenuta dagli umbri e la presenza di persone provenienti dall'intero territorio". E ribadisce che "le porte del ministero sono aperte al presidente di Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, perché si può sempre migliorare, ma no a critiche pregiudiziali sulla manovra che il Parlamento non ha ancora approvato". Quest'oggi a "protestare" contro il pubblico comizio della Lega a Piazza del Popolo è stato il cantante sardo Salmo, idolo dei più giovani. C'è la Sora Lella - "La Lega a Roma?".

Altre Notizie