Serie A Lazio-Sampdoria 2-2, il tabellino

Serie A, Lazio-Samp 2-2: finale pazzesco all’Olimpico. Immobile illude, Saponara pareggia

CALCIO, SAMP; SAPONARA: EMOZIONE BELLISSIMA, CI HO CREDUTO SEMPRE

Prima un periodo buio arrivava dopo quattro sconfitte, adesso dopo quattro pareggi: vuol dire che abbiamo cambiato mentalità. La Sampdoria strappa il 2-2 al 99' e Simone Inzaghi a fine partita è il ritratto della delusione: "C'è grande dispiacere". Mi rammarica il fatto che una partita così la devi vincere.

Il ritiro è comunque servito, alla luce della buona reazione allo svantaggio: "In settimana abbiamo lavorato bene con grande concentrazione, stasera hanno dato tutto, abbiamo preso pali, salvataggi sulla linea, Audero ha parato tutto". Mi dispiace per i ragazzi e per i nostri tifosi. "I moduli? Secondo me conta l'interpretazione, eravamo un pochettino frettolosi e non avevamo le distanze giuste, ma non posso imputare niente ai ragazzi se non quel minuto e mezzo finale". Immobile si presenta dal dischetto e batte Audero, per quello che sembrava essere il gol decisivo. Dopo cinque giorni tutti insieme con i ragazzi, vedendoli lavorare in ritiro che non hanno visto come punitivo, dispiace da allenatore vedere che mancano i risultati. Il 'magic moment' biancoceleste - ravvivato dallo splendido colpo di tacco di Parolo - culmina nel meritato pareggio di Acerbi al 79' ma non nel 2-1 finale perché Milinkovic non sfrutta a dovere l'assist di Lulic sprecando di testa davanti al portiere doriano. "Perdere sarebbe stato un vero peccato". "Non ci si può permettere di prendere gol a 8 secondi dalla fine".

Altre Notizie