Cristiano Ronaldo, richiesto l'esame del Dna per le accuse di stupro

Ronaldo, nuove accuse da una sua ex: “È uno psicopatico. Mi ha minacciato con foto porno”

Cristiano Ronaldo, richiesto l'esame del Dna per le accuse di stupro

"Non ho paura di lui e sì, ho tenuto dentro tutti i suoi sporchi segreti per un decennio e ce ne sono molti - ha scritto, prima di dire la sua sull'accusa di stupro che pende sul portoghese -". In questo modo il test potrebbe essere paragonato alle tracce di Dna trovate sugli abiti di Kathryn Mayorga, la donna che ha accusato il calciatore di violenza sessuale. A riportare la notizia è il Wall Street Journal, che cita fonti delle forze dell'ordine.

La richiesta - ha spiegato il quotidiano - è stata inviata di recente alle autorità giudiziarie italiane competenti. Sui vestiti indossati dall'ex modella nella serata della presunta violenza sarebbe stata evidenziata la presenza di tracce non appartenenti a lei, ma ad un altro soggetto. Secondo l'accusa il calciatore avrebbe quindi pagato la donna 375 mila dollari per ottenerne il silenzio dopo che inizialmente non fece il nome di CR7.

Christiansen aveva anche voluto precisare come mai nel 2010 si fosse arrivati a un accordo economico con Kathryn Mayorga: "Lontano da qualsiasi ammissione di colpa o di qualsiasi secondo fine, il signor Ronaldo è stato consigliato di risolvere privatamente le accuse contro di lui al fine di evitare le inevitabili tentativi che sono ora in corso per distruggere una reputazione che è stato costruito su un duro lavoro, atletismo e onore".

Altre Notizie