WhatsApp, gli utenti non gradiscono l'arrivo della pubblicità

WhatsApp non funzionerà più su questi smartphone

WhatsApp, tra le novità in arrivo nel 2019 la modalità notturna e i QR Code

Infine, altra news in arrivo e che non farà impazzire gli utenti, è l'arrivo della pubblicità su WhatsApp. D'altro canto ha informato tutti gli utenti che l'operatore rosso ha già sporto denuncia all'Autorità giudiziaria. Stiamo parlando della possibilità di attivare la riproduzione automatica dei messaggi vocali. Ricordiamo che gli operatori telefonici non richiedono mai copie di documenti per interventi di assistenza né tanto meno utilizzano WhatsApp per comunicare con la propria clientela per questioni contrattuali.

Il consiglio della polizia postale è di accertarsi sempre tramite call center quando si ricevono dei messaggi ambigui da presunti operatori telefonici.

A partire dal 2019, WhatsApp consentirà agli utenti la lettura dei QR Code per l'aggiunta di un contatto senza le necessità di avere il numero di telefono.

Su iPhone è una funzionalità già disponibile mentre su Android lo sarà nel 2019. Gli obiettivi di questi messaggi-truffa sono principalmente due: entrare in possesso dei dati personali degli utenti per venderli sul dark web oppure per utilizzarli in altrefrodi online, e attivare abbonamenti a pagamento che scalano i soldi direttamente dal credito residuo. Voi state già pensando di cambiare social o continuerete ad utilizzare WhatsApp anche sommerso di pubblicità? Lo strumento consente la pubblicazione di foto, video, gif e testi che rimangono attivi per sole 24 ore, caratteristiche simili a Instagram Stories e Snapchat Snaps.

Insomma, i creatori di WhatsApp avevano dichiarato che la loro app non avrebbe mai introdotto alcun banner pubblicitario, ma a distanza di ormai 5 anni dall'acquisizione di WhatsApp da parte del gruppo Facebook, le cose sembrano un po' diverse. Come dichiarato dal Vice Presidente di WhatsApp, Chris Daniels, "la pubblicità su WhatsApp raggiungerà gli utenti sfruttando alla grande quantità di dati raccolti da Facebook negli ultimi anni".

Ad annuncialo è stata la stessa società, che con una nota ufficiale ha fatto sapere quali sono i terminali su cui non si potranno più creare nuovi account, ma sui quali WhatsApp si potrà comunque usare fino a un certo periodo.

Altre Notizie