Crolla la produzione industriale: -5,5% in un anno

Crolla la produzione industriale, lo spread risale a 287

Istat, "Serie difficoltà": crolla la produzione industriale

Se rispetto a novembre il calo della produzione industriale è dello 0,8%, si arriva ad un -5,5% su base annua, secondo l'indice corretto per gli effetti di calendario. Considerando invece l'intero 2018, la produzione industriale in Italia è aumentata dello 0,8% rispetto all'anno precedente. Lo comunica oggi l'Istat nella sua "Nota mensile sull'andamento dell'economia italiana" evidenziando che "l'indicatore anticipatore ha registrato una marcata flessione prospettando serie difficoltà di tenuta dei livelli di attività economica".

Questo implicherebbe una crescita acquisita della produzione industriale "fortemente negativa (quasi -3%)", si legge in un commento diffuso dopo la pubblicazione da parte di Istat dei numeri sulla produzione industriale di dicembre. Il dato è coerente con l'andamento del prodotto interno lordo che nel quarto trimestre dell'anno scorso ha subito un calo sul trimestre precedente dello 0,2%, calo che dopo la contrazione dello 0,1% nel terzo trimestre 2018 ha segnato l'entrata dell'economia italiana in recessione tecnica. Tutti i principali settori di attività economica registrano infatti variazioni tendenziali negative. "Sempre in media annua, si rileva una dinamica positiva per i beni strumentali e per quelli di consumo, mentre sono in flessione i beni intermedi e l'energia".

I cali più rilevanti, come registrato dall'Istat sono quelli dell'industria del legno, della carta e stampa (-13,0%), delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-11,1%) e della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-7,9%).

Altre Notizie