Il cervello delle donne è più giovane di quello degli uomini

Il cervello femminile invecchia più lentamente è 3 anni più giovane di quello degli uomini

Il cervello femminile è, a parità di età, di tre anni più giovane di quello maschile

Per arrivare a tale evidenza i ricercatori hanno sottoposto un campione di oltre 200 persone a un esame PET, seguito da una serie di calcoli di intelligenza artificiale.

"Stiamo appena iniziando a capire come vari fattori legati al sesso potrebbero influenzare la traiettoria dell'invecchiamento cerebrale e come ciò potrebbe influenzare la vulnerabilità del cervello alle malattie neurodegenerative - spiega l'autore senior Manu Goyal, MD -". È infatti noto che, con l'avanzare dell'età, si riduce la quota di zuccheri metabolizzata a livello cerebrale attraverso un processo chiamato glicolisi aerobica. In base a uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Science, dal punto di vista metabolico il cervello femminile risulta in media di tre anni più giovane di quello degli uomini della stessa età.

Il cervello delle donne è più giovane di tre anni rispetto a quello degli uomini e, dunque, invecchia più tardi. In particolar modo, i ricercatori universitari si sono domandati in che modo il cervello bruciasse gli zuccheri, quale "carburante" principale. L'esperimento e' stato fatto anche sugli uomini addestrando l'algoritmo con dati femminili, e ne e' emersa un'eta' cerebrale media di 2,4 anni maggiore rispetto a quella reale. E benche' non sia paragonabile quella che si registra per altri parametri come l'altezza, e' comunque "piu' forte rispetto a molte altre differenze segnalate" fra i due generi. "La differenza media nell'età cerebrale calcolata tra uomini e donne è significativa e riproducibile".

Alcuni studi hanno infatti evidenziato che rispetto al cervello degli altri primati, quello della nostra specie conserva per gran parte della vita, un elevato grado di neotenia o di "gioventù": vale a dire che in esso si riscontrano caratteristiche microstrutturali, metaboliche e di trascrizione del DNA del tutto analoghe a quelle del periodo dello sviluppo. Nei test, inoltre, il cervello femminile, ha portato risultati migliori di quello maschile in prove mnemoniche, logiche e di risoluzione dei problemi.

Resta ora da capire cosa ciò significhi, ma una delle ipotesi è che "la ragione per cui le donne non sperimentano negli anni lo stesso declino cognitivo degli uomini sia proprio il fatto che il loro cervello è effettivamente più giovane".

Altre Notizie