Risultati Fca 2018 da record, +3% utile

Fca, utile in crescita nel 2018. Titolo sospeso a Piazza Affari

Fca fa 5 miliardi di utili, ma il titolo crolla: Manley sbanda sui target

Il titolo è ora di nuovo sospeso in asta di volatilità. L'ebit adjusted del 2018 e' pari a 7,3 miliardi di euro, in rialzo del 3% (+9% a parita' di cambi di conversione), con margine in calo al 6,3%.

I ricavi del gruppo si sono attestati a 115,4 miliardi di euro, il 4% in più anno su anno, e in linea con le attese. L'ebit adjusted si attesta a 7,4 miliardi. La liquidità netta industriale ammonta a 1,9 miliardi di euro, in miglioramento rispetto all'indebitamento netto industriale di 2,4 miliardi di euro a fine 2017. Fca chiude il 2018 con "risultati record", inclusa Magneti Marelli: l'utile netto adjusted è in crescita del 34% a 5 miliardi di euro e l'utile netto in aumento del 3% a 3,6 miliardi di euro (+41% a parità di cambi di conversione).

Dal punto di vista delle strategie industriali e di riposizionamento di lineup, Mike Manley puntualizza come la cessione di Magneti Marelli - all'appello manca soltanto il "disco verde" dall'assemblea dei soci - potrà contribuire alla garanzia di un futuro per la società, e permetterà a Fiat-Chrysler Automobiles la distribuzione di un dividendo straordinario agli stakeholders; inoltre, viene confermato per l'inizio del 2020 il debutto delle varianti ibride di Fiat 500 e di Jeep Wrangler (quest'ultima, secondo alcune indiscrezioni dei giorni scorsi, attesa in configurazione plug-in hybrid all'imminente Salone di Ginevra, insieme alle anticipazioni ibride per Jeep Renegade e Jeep Compass, che avranno un futuro produttivo italiano stante l'assemblaggio individuato a Melfi). L'utile per azione (Eps) diluito adjusted sarà invece più di 2,70 euro, che "riflette un tax rate più alto, principalmente negli Usa (nel 2018 era 3 euro)".

Ricavi +4%, liquidità migliora a 1,9 mld.

La performance in Borsa. Eppure il titolo del gruppo è letteralmente crollato in Borsa sotto il peso della delusione degli analisti, che si aspettavano altro dalle prospettive del gruppo e obiettivi ben più ambiziosi. A penalizzarlo le stime per il 2019: il margine operativo lordo è atteso a 6,7 miliardi di euro, ben al di sotto delle previsioni degli analisti, comprese tra 7,1 e 8,6 miliardi di euro. Ma soprattutto si guarda al cash flow industriale, che per il 2019 Fca stima sopra 1,5 miliardi di euro contro i 4,4 miliardi nel 2018. Debole anche Cnh (-3,3%), che sta per presentare i conti.

Altre Notizie