Usa, trovato un accordo di principio per evitare un nuovo shutdown

Usa un reticolato al posto del Muro col Messico accordo bipartisan per evitare nuovo shutdown

Donald Trump a El Paso

"Abbiamo avuto una buona serata". La svolta è arrivata dopo un confronto di due ore tra i capi negoziatori, Richard Shelby e Kay Granger per i repubblicani e Patrick Leahy e Nita Lowey per i democratici.

L'accordo per scongiurare lo shutdown è pronto: quasi un miliardo e mezzo di dollari e un reticolato di 55 miglia al confine tra Messico e Usa.

Il negoziato sembrava ad un punto morto con i repubblicani che reclamavano i soldi per il Muro e i democratici che chiedevano un tetto sui migranti detenuti, per dirottare le risorse sui veri criminali. Fonti parlamentari sostengono che il presidente firmerà la Legge e che poi ricorrerà ad un ordine esecutivo per finanziarlo. "Nessuno di noi riuscira' ad avere tutto quello che vuole ma faremo cio' che e' meglio per gli Stati Uniti d'America", ha assicurato Leahy. Il Congresso ha fino a sabato di tempo per approvare il bilancio e finanziare il governo fino al prossimo 30 settembre.

Mentre a Capitol Hill si sanciva l'accordo, a El Paso Donald Trump si produceva in un comizio tagliente contro Beto O'Rourke, esponente dem, che aveva chiamato a raccolta alcuni sostenitori per protestare contro il tycoon. L'obiettivo dei negoziatori è stilare l'accordo sul bilancio entro la notte americana di lunedì. Secondo il Washington Post, l'accordo prevede 1,375 miliardi di dollari di barriere lungo il confine tra Usa e Messico inclusi 100 chilometri di nuove recinzioni; inoltre i democratici avrebbero rinunciato a porre limiti stringenti al numero di letti nei centri di detenzione gestiti dall'Immigrations and Costums Enforcement. Beto, considerato l'astro nascente del partito democratico non ha ancora sciolto la riserva sulla sua corsa per la Casa Bianca ma lo fara' entro fine mese. - L'accordo, che finanzia principalmente il Dipartimento per la sicurezza interna, garantira' anche 1,7 miliardi di dollari per rafforzare la sicurezza delle frontiere, per esempio con funzionari doganali supplementari oltre a finanziamenti per aiuti umanitari.

Altre Notizie