Brasile: sparatoria in scuola a San Paolo, 8 morti, 5 sono bambini

Irruzione a scuola strage in Brasile

C’è stata una sparatoria in una scuola in Brasile

Almeno otto persone sono state uccise oggi, mercoledì 13 marzo, nella scuola statale Professor Raul Brasil, a Suzano, nella regione metropolitana di San Paolo, dopo che due adolescenti incappucciati hanno fatto irruzione all'interno della struttura sparando all'impazzata: lo rendono noto i media locali, citando informazioni confermate dalla polizia militare.

Le vittime sono sei bambini e due insegnanti.

Strage in una scuola media ha 60 chilometri da San Paolo.

Il Brasile è meno abituato a questo tipo di tragedie, anche se dal 2011 è almeno la quinta sparatoria mortale in una scuola. Le forze dell'ordine stanno cercando di verificare se esiste una relazione tra i due episodi e se i due giovani assalitori erano ex studenti dell'istituto. I due ragazzini avevano "negli zaini manufatti simili ad esplosivi", che ora saranno analizzati, oltre a "machete" e "arco e frecce".

All'entrata dell'istituto si sono radunati numerosi parenti angosciati per le sorti dei loro cari.

La strage arriva dopo un acceso dibattito nel Paese, seguito alla decisione del presidente di estrema destra, Jair Bolsonaro, che, confermando una promessa fatta in campagna elettorale, ha firmato un decreto che consente ad ogni cittadino sopra i 25 anni di acquistare e detenere fino a quattro armi come pistole, fucili e mitra.

Altre Notizie