Per entrare a scuola da lunedì serve il certificato vaccinale

Giulia Grillo sui vaccini

Da domani asilo vietato per i bimbi non vaccinati

"Per chi non si presenterà a scuola con il certificato richiesto, applicheremo semplicemente la legge", ha detto l'Associazione Nazionale Presidi. A raccontarlo è Attilio Trusio, preside del Terzo Circolo Scolastico di Pagani, in provincia di Salerno, uno degli istituti in Campania dove oggi è stato applicato lo stop ai bambini non vaccinati nella scuola materna. "Nelle altre scuole, invece, in questi casi è prevista solo una sanzione pecuniaria, e gli alunni potranno entrare lo stesso".

Da oggi, 11 marzo, anche nelle scuole catanesi si entrerà soltanto con il certificato di vaccinazione. E' quanto prevede la legge Lorenzin, approvata nel luglio 2017 e attualmente in vigore.

L'obiettivo del provvedimento è quello di contrastare il calo delle vaccinazioni, che ha determinato una copertura vaccinale media in Italia inferiore al 95%, percentuale che rappresenta la soglia raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità per assicurare la cosiddetta "immunità di gregge". Che avvertono: il problema "è soprattutto nella scuola primaria, dove i bambini non vaccinati potrebbero restare a contatto con gli immunodepressi, i quali non sono tutelati da questo tipo di previsione normativa". La proroga, come quella richiesta da Salvini sarebbe la seconda, dopo quella di un anno accordata dalla maggioranza nel 2018. Il governo, sensibile sul tema, infatti da tempo ha messo mano alla questione e questo potrebbe essere l'ultimo anno di applicazione della legge Lorenzin.

Da domani asilo vietato per i bimbi non vaccinati

Con la legge copertura aumentata Secondo gli esperti di sanità pubblica, la legge sull'obbligo vaccinale è riuscita nell'intento di alzare le coperture.

Le regioni più virtuose In attesa dei dati ufficiali del ministero della Salute, da alcune regioni arrivano indicazioni confortanti. È infatti in discussione in Parlamento, e potrebbe vedere la luce entro aprile, il provvedimento relativo al cosiddetto 'obbligo flessibile', secondo il quale la vaccinazione è obbligatoria solo "in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell'immunità di gruppo".

Altre Notizie